Cosa vedere a Pisa oltre la Torre pendente
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Campo obbligatorio
Storia
Piazza dei Miracoli e Piazza dei Cavalieri

La città di Pisa offre ai suoi visitatori molte opportunità di svago, ad iniziare chiaramente dai luoghi storici che si trovano nel centro antico, prime fra tutte la Piazza del Duomo anche conosciuta come PIAZZA DEI MIRACOLI, Patrimonio Mondiale Unesco dal 1987, a soli 3 minuti dall’hotel, con la famosissima Torre pendente, la Cattedrale, il Battistero, il Camposanto Monumentale, il Museo delle Sinopie ed il recentemente rinnovato Museo dell’Opera del Duomo.

Da non perdere inoltre PIAZZA DEI CAVALIERI a pochi metri di distanza, ristrutturata nel XVI secolo su progetto di Giorgio Vasari, con il Palazzo della Carovana (antica sede del Consiglio degli Anziani in epoca medievale, dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano nel XVI e XVII secolo, oggi sede della Scuola Normale Superiore di Pisa, fondata da Napoleone nel 1810), la Torre dell’Orologio (di cui fa ora parte la cosiddetta Torre della Fame dove fu imprigionato per tradimento il Conte Ugolino della Gherardesca alla fine del XIII secolo, citato da Dante Alighieri nel XXXIII Canto dell’Inferno della Divina Commedia), la Chiesa dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano (ricca di tesori artistici tra i quali opere di Giorgio Vasari e Bronzino) e gli altri palazzi storici.

Scienza e cultura
Musei e Palazzi

Il Museo di San Matteo (ospita una delle collezioni di opere religiose più importanti d’Italia dal XII al XV secolo: croci dipinte di valore inestimabile e opere di Giunta Pisano, Simone Martini, Donatello, Masaccio, Gentile da Fabriano, Beato Angelico, Benozzo Gozzoli, Ghirlandaio etc).

Il Museo di Palazzo Reale che fu la residenza cittadina dei Granduchi di Toscana dal XVI al XIX secolo (Medici e Asburgo-Lorena) e dei Savoia nel XIX e inizio XX secolo, sede ora della Soprintendenza ai Beni Artistici e Culturali della Provincia di Pisa e con una vasta collezione di opere laiche e religiose medievali e moderne (tra le quali anche una delle prime tavole di un giovane Raffaello e opere di Rosso Fiorentino, Guido Reni etc).

Il Museo delle Navi Antiche di Pisa, aperto da giugno 2019, ospitato negli Arsenali Medicei del XVI secolo nel Lungarno Simonelli. La collezione è enorme e occupa 4,900 m2. Ci sono due sezioni archeologiche dedicate alla storia della città e 6 sezioni che mostrano i relitti intatti dei 30 eccezionalmente conservati e scoperti nel 1998 presso un cantiere di scavo attivo fino al 2014, nei pressi della Stazione Ferroviaria di San Rossore. In mostra anche gran parte del carico rinvenuto nei relitti risalenti dal II secolo a.C. al VII secolo d.C.! Gli archeologi di tutto il mondo lo considerano la “Pompei della Navigazione”.

Il Palazzo Blu che ospita importanti mostre temporanee (dalla sua apertura nel 2009 ad oggi Mostre su Chagall, Mirò, Picasso, Warhol, Modigliani, Toulouse-Lautrec, Dali, Escher, Magritte e Futurismo) e una collezione permanente di grande interesse.

Palazzo Lanfranchi, sede del Museo della Grafica e di mostre temporanee.

Arte
Un’opera d’arte a cielo aperto

Vicino alla Stazione Centrale si può ammirare l’incredibile ultima opera di Keith Haring: il murale TUTTOMONDO.

Realizzato nel 1989 sulla parete esterna della canonica della chiesa di Sant’Antonio Abate, occupa circa 180 metri quadri (10 metri di altezza per 18 metri di larghezza) ed è l’unica opera pensata per essere permanente.

Della città l’artista disse:
“Pisa è incredibile. Non so da dove cominciare. Mi rendo conto ora che si tratta di uno dei progetti più importanti che io abbia mai fatto.”

Storia e religione
Le Chiese, le case e i mercati

Vale la pena vedere anche le molte Chiese sparse in città di alto interesse storico-artistico, le cui facciate sono spesso costruite nello stesso stile della Cattedrale, cioè il Romanico Pisano e le tante Case-torri medievali (nel XII secolo un viaggiatore spagnolo narrò di una città con 10.000 torri nel suo diario!) i cui archi e pilastri originali sono tuttora riconoscibili in molte costruzioni del centro cittadino, tra le quali anche il nostro palazzo!

Degna di nota è anche la casa dove nacque il grande scienziato Galileo Galilei nel 1564 che si trova nel centro storico, non visitabile all’interno in quanto sede di uno studio professionale privato.

Per gli amanti dello shopping non c’è che l’imbarazzo della scelta fra i tanti negozi per tutte le tasche che si trovano nei vicinissimi Borgo Largo, Borgo Stretto, Via San Francesco, Corso Italia, Via San Martino e strade limitrofe. Suggeriamo anche una visita al caratteristico mercato ortofrutticolo della centralissima Piazza delle Vettovaglie o al mercato bisettimanale di via Paparelli.

Altri luoghi d'interesse
La cinta muraria e l’acquedotto

Molto interessante è anche la cinta muraria realizzata tra il 1155 e il XIV secolo d.C. e ancora intatta per 5 degli originali 7 km! Dei 5 km, 3 sono percorribili in quota e con questa speciale passeggiata è possibile ammirare la Piazza Duomo e parte della città a Nord dell’Arno, da un punto di vista particolare.

L’acquedotto mediceo fu costruito più tardi, tra il XVI e il XVII secolo, portando finalmente acqua di fonte dal vicino Monte Pisano che venne distribuita in città per mezzo di bellissime fontane monumentali appositamente costruite. Passeggiando sulle Mura è possibile osservare la parte dell’Acquedotto che arriva in città, nei pressi di uno dei 4 ingressi alle Mura, Piazza delle Gondole.

Credits

Realizzazione sito web:
EVO STUDIOS – BRESCIA